cibi contro cellulite e ritenzione idrica

La prima precauzione fondamentale  per contrastare ritenzione idrica e cellulite è che la dieta sia molto ricca di liquidi (circa 2 litri di acqua al giorno, meglio se consumata lontano dai pasti) e non devono mancare ananas fresco (diuretico), spremute d’arancia (ricche di vitamina C che quindi migliora anche la microcircolazione) e abbondanti quantità di verdure di stagione. L’ideale è che si cominci ogni pasto con un gambo di sedano crudo, eventualmente condito con un filo d’olio extravergine d’oliva e succo di limone. E non dimenticare di camminare per almeno 30 minuti ogni giorno.

Verdure consigliate:

  • Broccolo: protegge i capillari ed evita l’intasamento circolatorio che favorisce la cellulite;
  • Carciofo: stimola il fegato, favorisce il metabolismo dei grassi e combatte la stipsi, strettamente legata alla cellulite;
  • Cicoria: possiede un potente effetto disintossicante, stimola il fegato e aiuta a purificare il sangue;
  • Cavolo cappuccio: protegge le arterie, i capillari e le vene, facilitando la circolazione. E’ utile contro l’insufficienza renale ed epatica ed elimina le tossine;
  • Spinaci: hanno un effetto depurativo e stimolano la circolazione. Le loro fibre calmano la fame e aiutano a eliminare le tossine.

Frutta consigliata:

  • L’ananas: combatte la ritenzione idrica grazie alle sue proprietà diuretiche e disintossicanti;
  • Il fico: facilmente digeribile, nutriente, lassativo, ricco di magnesio, calcio e vitamine, diuretico;
  • L’uva: ricca di potassio perciò diuretica e con effetto drenante;
  • La pesca: ha proprietà diuretiche e lassative, è ricca di fibre per cui promuove il transito intestinale e calma il senso di fame;
  • Il melone: ricco di acqua (92%) ma con poche calorie, ha un’azione diuretica e favorisce la digestione; è ricco di antiossidanti come carotene e vitamina C;
  • La ciliegia: caratterizzata da spiccate proprietà diuretiche è capace di liberare il nostro corpo dalle tossine in eccesso; purtroppo presenta un elevato quantitativo di calorie e di zuccheri, per cui è opportuno non eccedere se si sceglie un regime a ridotto apporto calorico.