L’arrivo della bella stagione si porta sempre dietro un certo “mal di primavera“. Mentre la natura si risveglia, le giornate si allungano e il clima diventa più mite, sembra quasi che il nostro corpo vada in direzione opposta.
Sonnolenza, ansia, stanchezza, irritabilità, difficoltà di concentrazione, mal di testa, inappetenza e sbalzi di umore: sono questi i sintomi più diffusi del mal di primavera.

Una vera e propria sindrome che, secondo gli esperti, colpisce circa 2 milioni di italiani ogni anno, con maggior frequenza nelle donne.
Ma perché l’arrivo della primavera viene accolto con tanta difficoltà dal nostro organismo? Perché, sincronizzarsi con i nuovi ritmi dell’ambiente esterno, è per il tuo corpo un’operazione faticosa, che va affrontata con le mosse giuste. (1)

Le cause del mal di primavera

Alcuni dei fastidi avvertiti in primavera sono simili a quelli tipicamente autunnali, mentre altri dipendono esclusivamente dai cambiamenti che hanno luogo in questo periodo dell’anno. Tanto per cominciare ci si deve adeguare al passaggio all’ ora legale, che porta via un’ora di sonno e obbliga l’organismo a doversi riabituare al nuovo ritmo. (2)

Inoltre le giornate più lunghe e le temperature più alte stimolano una maggiore attività di tutto il corpo, che può non essere in grado di rispondere in maniera adeguata.Il riadattamento ormonale e metabolico dell’organismo alle nuove condizioni climatiche, può tradursi in:

  • spossatezza
  • disturbi del sonno
  • disattenzione
  • irritabilità

Le persone più sensibili e predisposte possono anche provare sbalzi di umore e malinconia, perché l’umore è legato ai ritmi circadiani. (1)Fortunatamente, nella maggior parte dei casi il mal di primavera è un disagio passeggero, a cui puoi rimediare facendo delle mosse semplici e naturali, che ridaranno energia al tuo corpo. (1)

L’alimentazione più adatta

La lotta al mal di primavera si combatte prima di tutto con l’alimentazione. Devi nutrire il tuo corpo in maniera ottimale, per metterlo in condizione di affrontare il malessere generato dal cambio stagionale. (3)
Segui le regole di una dieta sana ed equilibrata e suddividi l’energia necessaria all’organismo in 5 pasti: colazione, spuntino, pranzo, merenda e cena. (1)
Così il tuo corpo riceverà gradualmente l’energia che gli occorre per la giornata, non rimanendo mai “a secco“.
Vediamo nel dettaglio quali regole seguire:

  • Evita alimenti troppo calorici e ricchi di grassi e zuccheri, che attentano alla tua linea e causano ulteriore sonnolenza.
  • Prediligi cibi sani e variati, che ti garantiscano un sufficiente apporto di macronutrienti (carboidrati, proteine e grassi) e di micronutrienti (vitamine e minerali). In particolare, scegli cereali integrali, legumi e semi, perché ricchi di vitamine del gruppo B, impegnate nel processo metabolico.
  • Non dimenticare latte e derivati, che ti assicurano una buona riserva di calcio e tutta la frutta e verdura ricca di vitamina C, che rinforza le tue difese immunitarie. (4)
  • Aumenta il consumo di salmone, tonno e pesce azzurro (sardine, sgombri e alici). Questi pesci sono un’ottima fonte di acidi grassi Omega-3, che contribuiscono a combattere la sensazione di affaticamento.
  • Oltre a scegliere le ricette migliori per depurarti, cura la tua idratazione con tanta acqua e tisane. (4)
  • Cerca di bere almeno 10-15 bicchieri di acqua al giorno, al fine di garantire una buona funzionalità renale e una costante depurazione dell’organismo. (6)

Mal di primavera: i rimedi per combatterlo

Dopo aver puntato sull’alimentazione giusta, puoi reagire al mal di primavera anche seguendo qualche buona abitudine, utile per contrastare questo disturbo.

  • Fai movimento: rimetti in moto corpo e umore facendo movimento. Fai attività fisica quotidiana, ma tenendo a bada lo stress dell’imminente prova costume. Una camminata all’aria aperta, soprattutto al mattino, aiuta a liberare la mente e stimola le endorfine, fondamentali alleate del tuo buon umore. (5)
  • Vai prima a letto la sera: Combatti la sindrome da letargo primaverile cercando di dormire un po’ di più la notte. Giornate più lunghe non devono necessariamente significare più ore da passare in piedi.
    Attutisci il colpo del mal di primavera andando a dormire un po’ prima la sera, in modo da permettere al tuo corpo di abituarsi gradualmente al cambio di ritmo stagionale.
  • Rallenta i tuoi ritmi quotidiani: La primavera è una delle stagioni che mette più a rischio non solo la salute fisica, ma anche quella psicologica. Contrasta i mal umori, dedicando più tempo a te stesso e rallentando leggermente i tuoi ritmi quotidiani. In questo modo combatterai naturalmente ansia, stress e irritabilità.
  • Passa più tempo all’aria aperta: Stare fuori casa, esponendosi alla luce del sole, è la miglior strategia per abituare il fisico alle condizioni primaverili. I raggi del sole permettono alla pelle di sintetizzare la vitamina D, fondamentale per combattere malinconie e depressioni tipiche del mal di primavera.

FONTI

[1] Melarossa.it: Mal di primavera: come affrontarlo e combatterlo
[2] Educazionenutrizionale.granapadano.it: Stanchezza e debolezza? Può essere la primavera
[3] Cucinaitaliana.it: I cibi top per affrontare il mal di primavera
[4] Vanityfair.it: I cibi contro il mal di primavera
[5] Tuttogreen.it: Stanchezza primaverile? Ecco l’alimentazione e le buone pratiche per superarla
[6] Alfemminile.com: Quali rimedi contro la stanchezza primaverile