Per stress ossidativo s’intende una condizione non più fisiologica in cui specie ossidanti, i cosiddetti radicali liberi, sono in eccesso rispetto a quelle antiossidanti, creando così una condizione di squilibrio all’interno del nostro organismo.

Ma cerchiamo di capire più da vicino cosa sono i radicali liberi e come combatterli.

I radicali liberi, causa dello stress ossidativo

I radicali liberi sono specie chimiche instabili e quindi altamente reattive. Appartengono a due categorie principali:

• i ROS (Reactive Oxygen Species), specie reattive contenenti ossigeno che includono anche molecole non radicaliche quali i perossidi;
• e i RNS (Reactive Nitrogen Species) che comprendono le specie radicaliche dell’azoto.

I Ros (Reactive Oxygen Species) possono avere origine endogena e quindi esser prodotti dalle cellule stesse durante i normali processi fisiologici, oppure esogena, generati, ad esempio, da una prolungata esposizione ai raggi UV, dal fumo di sigaretta, dall’inquinamento atmosferico o da una dieta ricca di grassi e zuccheri.

I radicali liberi, se non prontamente fronteggiati, sono in grado di attaccare le componenti fondamentali del nostro organismo quali il tessuto adiposo, il DNA e le proteine. Per tale motivo, lo stress ossidativo è coinvolto nel processo di invecchiamento nonché nella progressione di molte patologie come ad esempio:

• Diabete (Maiese K, 2015)
• Aterosclerosi (Kattoor AJ, 2017)
• Ipertensione (González J, 2014)
• Malattie neurodegenerative, come il morbo di Parkinson e l’Alzheimer (Carvalho C, 2018)
• Cancro (Valko M, 2006)

In condizioni fisiologiche, l’organismo di una persona sana si difende dai radicali liberi con delle difese naturali, gli antiossidanti (vitamina C, E, polifenoli, omega-3/6 ecc). Si tratta di molecole in grado di neutralizzare i radicali liberi e quindi di proteggere le cellule. Ciò è possibile perché loro stessi si ossidano al posto delle strutture cellulari.

Rimedi contro lo stress ossidativo

È impossibile evitare completamente l’esposizione ai radicali liberi e lo stress ossidativo. Tuttavia, è possibile ridurne al minimo gli effetti lesivi aumentando i livelli di antiossidanti nel nostro corpo. Vengono, pertanto, in nostro aiuto alimenti come frutta e verdura fresche (agrumi, frutti di bosco, kiwi, broccoli, carote, pomodori) e il pesce (sgombro, sardine, aringhe, tonno, trota, salmone, merluzzo, acciuga), olio extravergine di oliva, spezie ed erbe aromatiche (zenzero, curcuma, timo, salvia, rosmarino, origano) e alcune bevande (vino e thè verde).

cibi-rimedi-stress-ossidativo

Concludendo, risulta evidente come una corretta alimentazione, associata ad uno stile di vita sano, risulti uno dei metodi migliori per prevenire lo stress ossidativo e i danni causati dai radicali liberi.

FONTI

Viversano.net: “Radicali liberi: cosa sono, quali danni provocano e come prevenirne la formazione”
Fondazione Umberto Veronesi: “Antiossidanti fondamentali nel contrastare i danni al DNA, è importante assumerli con una dieta ricca di frutta e verdure”
Huffpost: “Far fronte ai radicali liberi. Lo stress ossidativo”

Maiese K. New Insights for Oxidative Stress and Diabetes Mellitus. Oxid Med Cell Longev. 2015;2015:875961.
Kattoor AJ. Oxidative Stress in Atherosclerosis. Curr Atheroscler Rep. 2017 Sep 18;19(11):42.
González J et al. Essential hypertension and oxidative stress: New insights. World J Cardiol. 2014 Jun 26;6(6):353-66.
Carvalho C, Moreira PI. Oxidative Stress: A Major Player in Cerebrovascular Alterations Associated to Neurodegenerative Events. Front Physiol. 2018 Jul 3;9:806.
Valko M et al. Free radicals, metals and antioxidants in oxidative stress-induced cancer. Chem Biol Interact. 2006 Mar 10;160(1):1-40.