Sai perché i giorni più freddi dell’anno si chiamano “giorni della merla”?

Molte sono le versioni che spiegano l’origine di questa leggenda, alcuni simili altre assai diverse, ma che vedono in tutte un unico protagonista: una Merla. Noi crediamo alla beffa di Gennaio! E tu?

La prima versione risale a quando Gennaio non aveva ancora 31 giorni ma solo 28. Si narra che Gennaio fosse invidioso di una bellissima Merla e che per questo si divertiva a tormentarla; ogni volta infatti che ella usciva in cerca di cibo egli scatenava bufera di neve e vento. Stufa di tutto questo un giorno la Merla andò da Gennaio e gli chiese:” Amico mio potresti durare un po’ di meno?”. Ma Gennaio, orgoglioso come era rispose: ” E no, carissima proprio non posso. Il calendario è quello che è, e a me sono toccati 28 giorni.” La Merla allora decise di farsi furba e l’anno seguente fece una bella scorta di cibo che le permise di rimanere all’interno del nido per tutti i 28 giorni, trascorsi i quali, la Merla uscì e cominciò a prendere in giro Gennaio: “Eh caro mio, quest’anno sono stata proprio bene, sempre al calduccio, e tu non hai potuto farmi congelare il becco nemmeno un giorno.” Detto ciò Gennaio se la prese così tanto che andò dal fratello Febbraio, che vantava ben 31 giorni, e gli chiese in prestito 3 giorni, durante i quali scatenò una tremenda bufera di neve. La povera Merla, che era andata in giro a far provviste, per il forte vento non riuscì nemmeno a tornare al suo nido. Trovato il comignolo di un camino, vi si rifugiò in cerca di un po’ di tepore. Trascorsi quei freddissimi 3 giorni uscì dal comignolo sana e salva ma le sue candide penne erano diventate tutte nere a causa del fumo e della fuliggine. Da allora Gennaio ebbe 31 giorni e i merli le piume nere.

 

COME TENERE LONTANI I MALANNI DI STAGIONE CON LA GIUSTA ALIMENTAZIONE: ECCO LE VITAMINE ANTIFREDDO!

 

Le previsioni meteo parlano chiaro: l’inverno non ha nessuna intenzione di indietreggiare! È bene, quindi, non farci cogliere impreparati: muniamoci di sciarpa e cappello per ripararci dal vento e mangiamo i cibi giusti che ci aiutano a combattere il freddo! Una dieta sana, infatti, è in grado di rinforzare il sistema immunitario e mettere il nostro corpo nelle condizioni migliori per combattere mal di gola, raffreddore e influenza.

Quali sono i nostri alleati?

Tutti gli alimenti che contengono vitamina A, B, C ed E

 

PATATE, CAROTE E ZUCCA

Sono ricche in carotenoidi che sono precursori della vitamina A, la quale stimola le difese immunitarie ed offre un’efficace protezione dall’attacco dei radicali liberi.

 

CARNE, PESCE, LEGUMI, CEREALI INTEGRALI E VEGETALI A FOGLIA VERDE

Sono i cibi che contengono le vitamine del gruppo B. Una delle più note è la vitamina B 12 che sostiene la crescita e la riproduzione dei globuli bianchi. Un’altra è la vitamina B9, meglio conosciuta come acido folico che aiuta a mantenere e sviluppare il sistema immunitario.

 

AGRUMI (ARANCE, MANDARINI, LIMONI) E KIWI

Molto ricchi di vitamina C, una vera e propria arma contro i malanni di stagione. È infatti un potente antiossidante, stimola le difese immunitarie e migliora l’assorbimento del ferro contenuto nei cibi.

 

MANDORLE, NOCCIOLE ED OLIO D’OLIVA

Sono tutti alimenti ricchi in vitamina E, fondamentale per la difesa immunitaria e potente antiossidante con effetto “antiaging”.

 

Nei casi di aumentato fabbisogno di tali vitamine (stress, malassorbimento intestinale, uso di contraccettivi orali), quando la dieta da sola non basta, è necessario integrare tali vitamine con l’utilizzo di prodotti “ad hoc” in grado di colmare le carenze nutrizionali in modo rapido ed equilibrato.