Seleziona una pagina

Oggi vi sveliamo le domande più frequenti sull’uso della pillola contraccettiva!

1) Che cosa può compromettere l’affidabilità della pillola?

  • Dimenticare di assumere la pillola (per un periodo superiore alle 12 ore);
  • Episodi di vomito o diarrea entro le 3-4 ore successive all’assunzione della compressa;
  • L’assunzione di alcuni medicinali contro l’epilessia, anti-HIV e alcuni antibiotici contenenti rifampicina (Rifadin), rifabutina (Mycobutin) usati per la tubercolosi polmonare. In queste situazioni è opportuno leggere il foglietto illustrativo oppure rivolgersi al medico per sapere come comportarsi;
  • L’assunzione di iperico o erba di san Giovanni (Hypericum perforatum) riduce l’effetto della pillola. Gli antibiotici (ad eccezione di quelli contenenti rifampicina e rifabutina) non interferiscono con l’assunzione della pillola, ma se provocano diarrea, allora l’affidabilità della pillola può essere compromessa. Ricordati di dire sempre al medico che ti prescrive dei medicinali che stai usando una contraccezione ormonale, in modo che possa consigliarti al meglio. In ogni caso, se si sono verificate situazioni a rischio per la diminuzione dell’affidabilità, come quelle elencate, è opportuno usare anche un metodo anticoncezionale a barriera (preservativo).

2) E’ vero che la pillola fa ingrassare e gonfia?

L’estrogeno contenuto nella pillola ha, tra i vari effetti, quello di facilitare il riassorbimento di sodio intestinale e richiamare acqua nelle cellule, quindi potrebbe provocare ritenzione idrica. Il progestinico contrasterebbe questa azione dell’estrogeno, ma per minimizzare i suoi effetti androgenizzanti (quelli relativi alle caratteristiche maschili, quindi ad esempio l’aumento di peluria o la pelle grassa) si è di fatto ridotta al minimo la sua capacità di contrasto. Pertanto la gran parte delle associazioni estro-progestiniche (non solo della pillola, ma anche del cerotto ormonale e dell’anello vaginale) inducono ritenzione idrica, cellulite, gonfiore e aumento di peso.

Eliminare la cellulite con Zyxelle

3) Che cosa significa se non ho le mestruazioni?

È normale avere le mestruazioni durante i 7 giorni di pausa tra i cicli della pillola, oppure quando si prendono le pillole placebo nel caso di pillole che vengono assunte continuamente. Nel caso di quest’ultimo tipo di pillola si possono avere mestruazioni più lievi o addirittura l’assenza del ciclo mestruale. Invece con l’assunzione della pillola che prevede la pausa di 7 giorni, l’assenza di mestruazioni è rara. Se si è assunta la pillola regolarmente e non ci sono stati episodi di vomito o diarrea e non sono stati assunti farmaci che possono interferire con la pillola, è improbabile che si sia verificato lo stato di gravidanza.

CONTATTA IL TUO MEDICO SE:
• non hai le mestruazioni dopo il secondo ciclo di pillola (2 confezioni in totale);
• non hai assunto la pillola correttamente.

4) Ho delle perdite di sangue

Durante i primi mesi di assunzione della pillola, possono verificarsi delle perdite di sangue (chiamate “spotting”) tra una mestruazione e l’altra.
Non interrompere l’assunzione della pillola, perché di solito le perdite scompaiono entro i primi 2-3 mesi. Se le perdite intermestruali dovessero perdurare oltre i primi tre mesi, devi consultare il tuo medico che potrà prescriverti un’altra tipologia di pillola o accertare l’eventuale presenza di cause organiche.

5) Posso anticipare o posticipare le mestruazioni?

Sì. In casi eccezionali (p. es. una competizione sportiva o esami scolastici) è possibile spostare nel tempo le mestruazioni. La procedura è diversa a seconda della pillola utilizzata (esempio monofasica o plurifasica). Si consiglia pertanto di rivolgersi al proprio medico.

quesiti pillola contraccettiva

6) Che cosa devo fare se ho dimenticato di prendere la pillola?

Cerca di non farlo! Ma è inevitabile che possa succedere a tutte prima o poi. Se hai dimenticato solo una pillola, quasi sicuramente non ci sono problemi. Prendine una appena ti accorgi della dimenticanza e poi assumi la prossima quando dovresti, anche se può significare prenderne due allo stesso tempo. Poi continua a prendere le successive con regolarità. Se vuoi essere ancora più sicura, evita i rapporti sessuali nei sette giorni successivi o usa un preservativo. Se invece hai dimenticato più di una pillola, allora la situazione è rischiosa, specialmente se le hai dimenticate alla fine o all’inizio della confezione. Prendi l’ultima pillola che hai dimenticato appena possibile, anche se può significare prenderne due contemporaneamente. Non prendere le altre che hai dimenticato. Evita i rapporti sessuali nei sette giorni successivi o usa un preservativo. Se hai avuto rapporti sessuali nei sette giorni precedenti – quando hai dimenticato di prendere più di una pillola – rivolgiti al tuo medico per discutere con lui delle misure necessarie per evitare eventuali gravidanze indesiderate. In generale, le avvertenze sui bugiardini delle pillole sono abbastanza complicati.

SE HAI DEI DUBBI:

  • chiama il tuo medico;
  • non avere rapporti sessuali completi senza preservativo.

7) Cosa devo fare in caso di vomito o diarrea?

Se il vomito avviene entro 2-3 ore dall’assunzione della pillola, questa ultima potrebbe non essere stata assorbita dal tuo corpo. Se ti senti bene, prendi una nuova pillola prima possibile. Se non vomiti nuovamente e hai preso la seconda pillola, sei protetta da una possibile gravidanza. Di solito una diarrea leggera non compromette l’assorbimento della pillola, se invece è forte, la protezione della pillola è compromessa ed è come non averla presa.

8) Devo prendere la pillola alla stessa ora del giorno?

Per la pillola normale in realtà poche ore di differenza non compromettono la sua affidabilità. In genere si raccomanda di prenderla alla stessa ora perché è così più facile stabilire una routine e non dimenticarsene. Inoltre rispettando l’orario di assunzione il corpo tollera meglio l’introduzione di ormoni e i disagi accusati diminuiscono. Mentre per la minipillola non deve essere superato l’orario di assunzione, per più di tre ore, onde evitare di ridurne l’efficacia.

9) Se prendo la pillola posso fumare?

L’ideale sarebbe non fumare in generale, a prescindere dai farmaci che si assumono. In ogni caso, quando si assume la pillola, bisognerebbe evitare di fumare, perché, anche se il fumo non riduce l’effetto contraccettivo del farmaco, l’associazione pillola-tabacco aumenta il rischio di malattie cardiovascolari.

10) E’ vero che se si smette la pillola, è difficile rimanere incinta?

No, non è vero. Si può rimanere incinta appena interrotta la pillola. Il timore di molte donne che la pillola possa avere effetti negativi sulla loro fertilità futura è assolutamente privo di fondamento.

11) La pillola regolarizza il ciclo mestruale?

Si, questo rappresenta uno degli effetti positivi che svolge la pillola, oltre a quello contraccettivo. La pillola tende a regolarizzare il ciclo e a diminuire i disturbi di cicli dolorosi e irregolari; inoltre agisce positivamente anche sui fastidi dovuti alla sindrome premestruale.

12) Quando il cerotto ormonale si preferisce alla pillola?

Con il cerotto viene a mancare l’obbligo di doversi ricordare ogni giorno dell’assunzione della pillola. Il vomito o la diarrea non esercitano alcun influsso sull’affidabilità. Di contro sono possibili reazioni cutanee in corrispondenza del punto di applicazione del cerotto e ogni volta che si applica un cerotto nuovo, ogni settimana, bisogna cambiare posizione.

13) Quando l’anello vaginale si preferisce alla pillola?

Ha gli stessi vantaggi del cerotto. Di contro, dato che l’anello va inserito dalla donna nella vagina, non è consigliato a donne che non hanno dimestichezza con il proprio corpo. Inoltre in alcune circostanze l’anello potrebbe essere percepito da entrambi i partner durante il rapporto sessuale.

Se vuoi fare la tua domanda alla Ginecologa dottoressa Giusy Porcaro visita la pagina “La Ginecologa Risponde”